QUEGLI STRANI TERREMOTI IN CENTROITALIA

QUEGLI STRANI TERREMOTI IN ITALIA CENTRALE

Adriana Zanese

ac4f05bd235d4ec9668dd7a8fc2ab405

C’è davvero da domandarsi a cosa servono i sismologi, visto che il loro compito si limita ad annotare le scosse di un terremoto già avvenuto e che una popolazione è stata decimata o le sue case distrutte. Ascoltato alla radio, uno di questi sismologi, alla domanda se sia possibile prevedere gli sviluppi di un terremoto, ha ammesso candidamente <bisognerebbe vedere quanta energia è rimasta accumulata nella faglia.> E perché non vai a misurarla? Domanderebbe qualunque persona di buon senso. Possiamo credere ragionevolmente che al principio del Terzo Millennio non esista una tecnologia capace di monitorare le faglie, con delle prospezioni a profondità di 10, 15 chilometri, anche da satelliti? E perché un velo di reticenza sembra ammantare l’argomento sismico? A cominciare dalle contraddizioni mostrate ad esempio nel terremoto ripetutosi in Italia centrale negli scorsi giorni. Cento scosse in poche ore, di cui quattro di magnitudo 5.1. “un fatto straordinario, mai registrato nella storia sismica moderna”. Queste le dichiarazioni emesse dai sismologi agli organi di informazione nell’immediatezza dell’evento, il 18 gennaio. Ma dopo poche ore la versione, diventa, “le scosse di oggi sono una diretta conseguenza del terremoto del 24 agosto scorso”. Allora qual è la verità? (La prima versione, risponderete, e noi pure). Dunque, perché i geofisici non vanno a ispezionare le faglie interessate, per accertarsi di quanta energia vi sia (vi era) accumulata nelle loro profondità? Forse qualcuno teme di scoprire che non vi è (e non vi era) energia sufficiente a scatenare un terremoto di quella portata? Non vogliamo essere sospettosi o sensazionalisti, ma l’ambiguità della materia, l’alone di tabù che la circonda, non può non farci pensare a quella che gli studiosi chiamano “teoria dell’arma sismica”. Insomma, i terremoti possono essere provocati ad arte? Si, rispondono i ricercatori; né manca una sismologia alternativa, che propugna, contro la geofisica ufficiale, che i terremoti si possono prevedere con un monitoraggio appunto delle faglie. Ma veniamo ora al cotè “romanzesco”. Per difficile che sia accorgersene, noi siamo da qualche decennio in una “guerra fredda” globale, combattuta sui mercati finanziari, in Europa una guerra degli stati del nord (Germania) contro gli stati del sud. Questa guerra fredda ha un risvolto oscuro e “caldo” nella lotta “asimmetrica” col terrorismo islamico (anche quella finanziaria/economica ha aspetti terroristici, se si pensa a quanta gente riduce alla disperazione). In questo quadro non è così assurdo aggiungere la guerra climatica e sismica, già in atto, dicono gli esperti, sul pianeta. E che non sia fantapolitica lo dimostra il fatto che dell’argomento si è occupato anche il Parlamento europeo. Ci riferiamo al famigerato Haarp (High Frequency Active Reasearch Program) un progetto scientifico (di origine americana) che usa una tecnologia basata sulla emissione di impulsi elettromagnetici. Si tratta di un’installazione militare/civile di ricerca sulla ionosfera, finalizzata ufficialmente a migliorare le comunicazioni radio. Di fatto pertiene alla sicurezza internazionale. Nato in Alaska, a Gakona, l’Haarp conta 180 antenne, le quali (secondo i teorici dell’arma sismica) emettono onde elettromagnetiche. Queste onde verrebbero fatte rimbalzare sulla ionosfera e dirette su determinate regioni della Terra ricche di faglie. Che cosa accade tecnicamente? Le onde elettromagnetiche nel colpire la ionosfera ne provocano l’innalzamento e di qui la formazione di una cupola capace di produrre una differenza di potenziale in rapporto alla zona sottostante. La faglia (di questo si tratta) subirebbe una variazione energetica tale da alterare gli equilibri sotterranei, causando la rottura delle masse rocciose in attrito. L’energia potenziale, accumulata nei punti di massima pressione tellurica, si converte così in un’enorme quantità di energia cinetica che scatena poi il terremoto.

Se l’Haarp è il progetto più sofisticato, capace di provocare anche cambiamenti meteorologici (piogge violente, gelo, nevicate abbondanti, inondazioni, uragani, slavine, etc) non è però l’unico. Può interessarvi dare altresì un’occhiata al Pamir, un marchingegno artigianale, specifico per i terremoti, che si manovra direttamente da terra, in prossimità della faglia, e che utilizza come vettore delle onde elettromagnetiche anche corsi d’acqua. Montato su un piccolo autocarro, basta un uomo per azionarlo.

Tornando all’Italia, chi e perché (quali agenzie segrete) avrebbe interesse a colpirci in questo modo a scopo dissuasivo o persuasivo? Partendo dall’assunto che, non di rado, dietro i minuetti e le schermaglie diplomatiche (a beneficio dell’opinione pubblica) si nascondono diktat e minacce inconfessabili, la risposta si trova nel ruolo della nostra nazione in Europa e, sul piano geopolitico, nella sua posizione geografica –ineguagliabile- nel Mediterraneo. Un dato è certo, dimostrato dalla storia, dal secondo dopoguerra in poi: ci sono enti più o meno occulti, che vogliono che l’Italia sia mantenuta in una perenne condizione di dipendenza, debolezza, precarietà, insicurezza sul piano economico-finanziario, sociale, etnico (l’immigrazione massiva). Soltanto a queste condizioni i suoi governi saranno manovrabili e ricattabili.

Advertisements

About Adriana Zanese

ADRIANA ZANESE Ha studiato Lettere e Filosofia presso la Facoltà di Lettere dellUniversità La Sapienza di Roma. Regista, sceneggiatrice, soprattutto scrittrice. Storica della Cospirazione Globale. Esperta di letteratura anglo americana. Nel 2015 ha fondato il Movimento Letterario Laltra Letteratura Scrittori Indipendenti che tiene ogni anno un importante Festival della Letteratura dedicato agli scrittori che pubblicano autonomamente sul Web. Il Festival si svolge con la partecipazione di importanti istituzioni pubbliche. Adriana Zanese ha pubblicato: Il Velo di Maya poesie, semifinalista Concorso di poesia di Genova 2012, Editore ilmiolibro.it/Feltrinelli (2012); Yermary, teatro, editore ilmiolibro.it/Feltrinelli (2012); Abduction, teatro, editore ilmiolibro.it (Gruppo Editoriale LEspresso) (2013) e Kindle di Amazon.it (2016); The vanishing lady, script, Editore Lulu.com (2013); Donna dai due volti, script, Editore Lulu.com (2014); Scomparsa, romanzo, Editore ilmiolibro.it (2014) e CreateSpace/Kindle di Amazon.it (2015 e 2016); Gli Illuminati di Sion, saggio storico (due volumi) Edit. CreateSpace e Kindle di Amazon.it. (2017); Adriana Zanese Ha studiato Lettere e Filosofia presso la Facoltà di Lettere dellUniversità La Sapienza di Roma. Regista, sceneggiatrice, soprattutto scrittrice. Storica della Cospirazione Globale. Nel 2015 ha fondato il Movimento Letterario Laltra Letteratura Scrittori Indipendenti che tiene ogni anno un importante Festival della Letteratura dedicato agli scrittori che pubblicano autonomamente sul Web. Il Festival si svolge con la partecipazione di importanti istituzioni pubbliche. Adriana Zanese ha pubblicato: Il Velo di Maya poesie, semifinalista Concorso di poesia di Genova 2012, Editore ilmiolibro.it/Feltrinelli (2012); Yermary, teatro, editore ilmiolibro.it/Feltrinelli (2012); Abduction, teatro, editore ilmiolibro.it (Gruppo Editoriale LEspresso) (2013) e Kindle di Amazon.it (2016); The vanishing lady, script, Editore Lulu.com (2013); Donna dai due volti, script, Editore Lulu.com (2014); Scomparsa, romanzo, Editore ilmiolibro.it (2014) e CreateSpace/Kindle di Amazon.it (2015 e 2016); Gli Illuminati di Sion, saggio storico (due volumi) Edit. CreateSpace e Kindle di Amazon.it. (20Letteraturarialista, intellettuale dissidente, leader del movimento letterario L'ALTRA LETTERATURA SCRITTORI INDIPENDENTI. Inventrice della Rassegna letteraria del selfpublishing sul web, L'Altra Letteratura , che si tiene ogni anno a Roma in sedi istituzionali.
This entry was posted in Uncategorized. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s